Guida Rapida all’arredo di Salone e Cucina

Quando entri in una nuova casa, completamente vuota, la prima cosa che ti salta agli occhi è lo spazio… ed il primo problema che ti crei è come riempirlo. Io avevo un salone di circa 50mq e poche risorse a disposizione, la verità è che a me piacciono gli ambienti minimal ma a mia moglie no. Dalla mia esperienza vi dico di non buttare troppi soldi sull’arredo perchè col tempo si cambiano carattere e idee e se siete come me che ogni tanto vi piace cambiare, ne trarrete del beneficio. Un mobile di media fattura durerà più o meno una decina di anni, vedrete che dopo quella data, avrete una visione diversa degli ambienti.

Arredo Salone

La progettazione alla base dell’arredo

Ci sono diverse soluzioni per i vari ambienti da arredare ma tutte partono da una buona progettazione.

  • Punti luce
  • Riscaldamento
  • Zona TV
  • Zona Pasti

Come approcciarsi all’arredo del Salone

Bisogna tener presente dei punti luce che abbiamo installato, delle finestre, degli elementi riscaldanti, e distinguere bene le zone da arredare, ad esempio in salone, dove c’è un sufficiente spazio, sarà opportuno dividere in zona pranzo e zona salotto.

Dove posizionare il Divano

Prima di decidere dove verrà posizionato il divano, dobbiamo aver installato i collegamenti per il TV e di conseguenza il divano nella maggior parte dei casi si posizionerà di fronte. Gli spazi sono molto importanti e l’arredo deve ottimizzarli il più possibile, quindi posizionare un mobile basso sotto la finestra, qual ora non ci fosse un elemento radiante, potrebbe essere una soluzione ottimale.

Libreria

Una bella libreria, potrebbe riempire l’ambiente e darci la possibilità di archiviare i nostri libri preferiti e organizzare al meglio i nostri gadget.

Zona Pasti: Tavolo e Sedie

Avere un’area dove poter mangiare in famiglia o con gli ospiti è molto importante, quindi non dimentichiamoci di prendere un bel tavolo, io ho optato per un tavolo multifunzione, che può trasformarsi in tavolinetto per poi alzarsi aprirsi ed ingrandirsi alla bisogna. Ma sul mercato ci sono diverse opportunità in merito. Non sottovalutiamo la seduta, se abbiamo poco spazio possiamo optare per delle sedie richiudibili e impilabili, questo a scapito della comodità, in alternativa ci sono diverse soluzioni a vari prezzi.

Pareti

Una volta riempito il salone con i mobili, possiamo divertirci con le pareti, ci sono anche qui svariate possibilità di arredo, dai canvas in telo e vetro, ai quadri, i poster, gli adesivi…

Piante

Terminare l’arredo con delle belle piante da ornamento che siano esse vere o di plastica non fa mai male e da un tocco di colore, come aggiungere oggettistica da arredo.


Arredo Salone

Come approcciarsi all’arredo della Cucina

La cucina è un ambiente molto particolare, se abbiamo la fortuna di avere una cucina abitabile, basta recarci in un qualsiasi punto vendita e misure alla mano ci facciamo costruire la nostra cucina su misura, quindi la scelta è prettamente oggettiva.

Elettrodomestici

Un elemento da considerare bene invece sono la scelta degli elettrodomestici, ad esempio il piano cottura, se gas o induzione. Io all’inizio ho avuto un piano a gas a 5 fuochi che nel tempo ho sostituito con l’induzione, nel mio caso ho installato un impianto fotovoltaico (di cui parlerò in seguito) che mi permette di gestirlo al meglio.

Piano cottura ad Induzione

Nella scelta del piano a induzione dobbiamo tener presente i consumi elettrici ma anche e soprattutto il nostro impianto elettrico e la potenza che ci eroga il nostro gestore di servizi. Calcoliamo che un’abitazione privata, solitamente si avvale di un contratto base con una potenza massima di 3KW, il che vuol dire che noi possiamo impegnare il nostro impianto nello stesso momento per un massimo di 3KW, superati i quali scatta il contatore. Per capirci un semplice phon acceso può impegnare anche 2,5KW, oppure un forno impostato a 200°, un condizionatore di ultima generazione (pompa di calore, inverter) anche 1Kw e cosi via dicendo. Un piano ad induzione può prendersi l’intero wattaggio a disposizione. Quindi se optate per questa scelta, dovrete anche considerare di chiedere l’aumento di potenza al vostro gestore, 5WK potrebbero bastare.

Impianto Elettrico per Energia e Consumi in Cucina

Considerate inoltre di modificare l’impianto elettrico in modo da collegare il piano al termico che lo gestisce con cavi di sezione adeguata. Normalmente per le prese vengono usate sezioni da 2,5 io consiglio di sostituirle aumentandola.

Forno Elettrico e Microonde

Personalmente utilizzo molto il forno a microonde, non tanto per cucinare, quanto per scaldare o scongelare, i costi sono irrisori ma i risultati ottimi. Anche la scelta del forno è importante, io sono andato su un forno ventilato che mi permette la cottura fino a 300°, ovviamente ci sono anche altri tipi di forni con cottura a vapore, in ogni caso vi consiglio sempre forno elettrico.

Lavastoviglie da Incasso

Non dimenticate di far inserire nella vostra cucina una bella lavastoviglie da incasso, vi semplifica la vita, corredate il tutto con una bella cappa che non sia solo da estetica ma che svolga bene la sua funzione principale, quella di assorbire vapori e odori e convogliarli all’esterno. Un errore che molti di noi fanno in fase di progettazione è quello di non creare un foro per lo scarico dell’aria della cappa. È fondamentale per mantenere la cucina pulita avere una buona areazione.

Frigorifero e Freezer

Mi raccomando il frigo che sia no frost e abbia un reparto per gli alimenti congelati abbastanza grande. Dico questo perché purtroppo, quando si opta per elettrodomestici da incasso, le dimensioni fanno la differenza e le funzioni anche.

Chi Sono

Mi chiamo Roberto, ho 51 anni e sono appassionato di Tecnologia, per anni mi sono occupato di Informatica ma ho sempre gestito le dinamiche di buon governo della casa, oggi scrivo Guide su Consiglicasa.it

Le mie Guide